• Lancia l'”Agile Maturity Index”, che mostra i risultati di un sondaggio su più di 600 aziende – 260 delle quali sono spagnole – in più di 20 paesi.
  • La Spagna è all'avanguardia nella strategia, nella governance e nella cultura, ma ha ancora bisogno di migliorare la sua struttura, il talento e la tecnologia. Le organizzazioni agili che sono all'avanguardia sono nei settori bancario, energetico, assicurativo e delle telecomunicazioni.

Foto: Agilità d'impresa: Un passo verso la vera agilità. Credito: Opinno

Madrid, 4 marzo 2021.- Le aziende spagnole hanno ancora molta strada da fare in termini di agilità aziendale, secondo il rapporto “Agile Maturity Index” realizzato dalla società di consulenza Opinno in collaborazione con Workday in più di 20 paesi e più di 600 aziende, di cui 260 spagnole. Questo studio ha coinvolto diversi profili all'interno dell'azienda, come CEO, CIO, CMO e CTO, e ha analizzato questioni come la relazione tra l'età dell'organizzazione e il suo livello di agilità, i settori che sono avanti in termini di agilità organizzativa e come viene percepita la cultura aziendale dalla prospettiva della trasformazione.

La competitività delle aziende oggi affronta una serie di nuove sfide: la mancanza di velocità nel generare e migliorare i modelli di business, il divario tra strategia e team, il mismatch tra business e tecnologia, architetture tecniche invecchiate, fragili e costose, talenti demotivati e competenze obsolete.

“Il modello Agile è stato creato in risposta a queste sfide”, afferma Pedro Moneo, fondatore e CEO di Opinno, “e la sua adozione permette alle aziende di essere più veloci e agili nell'adattarsi alle esigenze e alle priorità del momento, riducendo il time to market di prodotti e servizi, aumentando il valore consegnato ai clienti e riducendo il rischio di progetto”.

Secondo Adolfo Pellicer, Country Manager di Workday per la Spagna e il Portogallo, “Ci sono cinque comportamenti chiave che sono cruciali per raggiungere l'agilità organizzativa: la pianificazione continua, che è la chiave per aiutare le organizzazioni a reagire rapidamente alle mutevoli condizioni del mercato e alle potenziali minacce al business; avere strutture e processi agili, che permettono di riallineare rapidamente i due asset più importanti – risorse umane e finanza – per soddisfare le esigenze dell'organizzazione; costruire una forza lavoro per il futuro; permettere di prendere decisioni fornendo le informazioni giuste al momento giusto; e misurazioni e controlli robusti, accurati e tempestivi”.

L'indice mostra che il 62,5% delle organizzazioni con più di 50.000 dipendenti stanno già lavorando in modo Agile. Tuttavia, avverte anche che le organizzazioni tra i 16 e i 50 anni sono le più indietro: sebbene abbiano iniziato la loro trasformazione, solo il 6% circa ha raggiunto parametri adeguati. Tuttavia, le organizzazioni più piccole, che sono nate con uno spirito Agile, devono continuare a rafforzare questa filosofia e assicurarsi di continuare a crescere in questo settore.

Bancario, uno dei settori più avanzati in agilità

I settori Tech&Telco e Banking & Insurance sono all'avanguardia in termini di agilità, mentre il Settore Pubblico, l'Industria e il Retail sono ancora in svantaggio. Inoltre, i settori leader hanno capito che è fondamentale implementare rapidamente la tecnologia, altrimenti saranno fuori dal mercato molto rapidamente, quindi si sono concentrati su progetti tecnologici, nuovi modi di lavorare e infrastrutture tecnologiche agili.

L'industria finanziaria è stata un pioniere, poiché il settore bancario ha dovuto adattarsi più rapidamente ed efficacemente di altri settori alle contingenze del mercato. Ha ottenuto questo vantaggio adattando elementi fondamentali della gestione aziendale, così come l'allocazione del budget, la definizione delle priorità e i cicli e i modelli decisionali.

BBVA è una delle aziende leader in Spagna nella trasformazione Agile. Imma Catalá, global head of strategy and solutions development di T&C, sottolinea alcuni punti chiave di apprendimento per le aziende che stanno iniziando a utilizzare questa metodologia: “si tratta di iniziare in piccolo e scalare in base all'esperienza, misurando costantemente e poi comunicando per rimanere competitivi. Gli strumenti sono importanti, ma le persone sono più importanti, e sono le interazioni che devono avere la precedenza sul processo. Stiamo parlando di un cambiamento culturale di vasta portata che deve essere legato alla trasformazione del talento e alla comprensione del concetto di liquidità nei team che sono assegnati strategicamente ma non appartengono più alle unità. Infine, seguire il motto stop starting & start finishing, in altre parole, avere chiaro che l'obiettivo è finire le cose”.

Foto: Le banche, uno dei settori più avanzati nell'agilità. Credito: Opinno

Cultura aziendale: una delle sfide principali

La cultura aziendale è uno dei principali ostacoli che le aziende affrontano quando implementano l'agilità, secondo il 40% delle organizzazioni intervistate nello studio. Secondo questo indice, più vecchia è l'organizzazione, più significative sono le sfide in termini di cultura. Anche Adolfo Pellicer è d'accordo: “i principali ostacoli sono due: tecnologie legacy inflessibili e cultura organizzativa burocratica. Perché un buon sistema funzioni, deve essere supportato da una mentalità aperta, che è essenziale e deve essere stabilita in primo luogo, poiché qualsiasi modernizzazione dei sistemi è un cambiamento nel modo in cui vengono utilizzati e nel modo in cui vengono eseguiti i processi aziendali”. Le aziende hanno sperimentato la necessità di optare per modelli SaaS, che permettono loro di operare con maggiore agilità, scalabilità e facile accesso da qualsiasi luogo. Una tecnologia che permette una migliore gestione dei dati e facilita l'implementazione efficiente di modelli di pianificazione che possono essere rapidamente modificati per adattarsi a una realtà in evoluzione.

Foto: Performance di agilità delle aziende spagnole rispetto a quelle globali. Credito: Opinno

Sfide pendenti in Spagna

Infine, l'Agile Maturity Index esamina le principali sfide che le aziende spagnole devono ancora affrontare, tra cui spiccano le seguenti:

  • L'agilità del team non è più sufficiente, deve permeare l'intera organizzazione.
  • La trasformazione agile deve essere generata e guidata dal management.
  • Un cambiamento di mentalità verso una cultura Agile è essenziale.
  • La trasformazione parte dall'interno; i processi delle risorse umane sono fondamentali.