NotiziaLa tecnologia, la R & D & D & I e il turismo e il tempo libero guideranno la futura creazione di posti di lavoro in Spagna

La tecnologia, la R & D & D & I e il turismo e il tempo libero guideranno la futura creazione di posti di lavoro in Spagna

Abbiamo pubblicato uno studio, realizzato in collaborazione con Adecco, che prevede una maggiore creazione di posti di lavoro in settori come la tecnologia e evidenzia un'impennata dei cambiamenti legati allo scioglimento della giornata lavorativa.

La sfida 

La diffusione di nuove tecnologie, l'aumento dell'automazione, l'arrivo dei cosiddetti millennials sul mercato del lavoro e l'ammorbidimento del divario tra tempo libero e lavoro stanno generando cambiamenti significativi. Sia i datori di lavoro che i lavoratori stanno esprimendo nuove esigenze. La società di risorse umane Adecco ci ha assunto per preparare una strategia analitica e per studiare il mercato del lavoro in questo nuovo ambiente tecnologico, i cui risultati sono stati incorporati dal Rapporto Adecco sul futuro dell'occupazione in Spagna. 

Mentre affrontiamo studi come questi, sfruttiamo tutte le nostre conoscenze precedenti acquisite attraverso le nostre pubblicazioni MIT Technology Review, Spanish Edition e Harvard Business Review, nonché i loro eventi associati (Emtech, Innovatorsunder35 e HBR Summit). Abbiamo anche utilizzato una metodologia di ricerca del nostro design, basata su una combinazione di conoscenze pregresse e interviste personalizzate e dettagliate che combinano fattori sia quantitativi che qualitativi. "Stiamo cercando di definire e valutare i fattori con il maggior potenziale per influenzare le tendenze attuali e future del mercato del lavoro", come spiega la nostra leader del progetto Laura García. 

La nostra soluzione 

Il report, presentato durante la fiera Global Robot Expo di Madrid (Spagna), ci ha permesso di rivelare dati chiave, come la previsione che entro il 2020 le aziende europee creeranno 900.000 nuovi posti di lavoro nel settore digitale. I settori che guidano questa generazione di occupazione sono la tecnologia e la R&S&I (secondo il 92,5% degli esperti intervistati), il turismo e l'intrattenimento (80%) insieme alla sanità (75%) e il settore energetico (60%). 

Queste conclusioni sono il risultato di una combinazione dello studio summenzionato, di dati statistici provenienti da fonti come Eurostat e l'Istituto nazionale di statistica e di interviste personali condotte con 40 responsabili delle risorse umane di diverse aziende e settori in Spagna. 

Lo studio affronta anche la figura dei lavoratori nel 2025. Secondo gli esperti intervistati, questa figura sarà incentrata più sullo sviluppo di competenze trasversali da profili diversi. Di conseguenza, anche i requisiti di assunzione cambieranno: le competenze interpersonali e la giusta misura con la cultura aziendale dell'azienda saranno valutate più della formazione o dell'esperienza. 

Dal punto di vista del direttore marketing e comunicazione di Adecco, Margarita Álvarez, i cambiamenti tecnologici sono spesso presentati come se rappresentassero una "grande marea", quando in realtà accadono molto più gradualmente. "Per la prima volta, ci troviamo in un'azienda dove le nuove generazioni possono effettivamente insegnare alle generazioni precedenti", ha detto durante la presentazione del rapporto. La necessità di una formazione specializzata adattata a questo nuovo panorama è stato un altro punto chiave: "La Spagna non è preparata da questo punto di vista", ha detto. 

Sulla stessa linea, il direttore generale di Opinno Europe, Tommaso Canonici, ha attinto alla storia della tecnologia per ricordarci che "ci ha resi più produttivi, ma anche più dipendenti." 

Proprio per questo, secondo il rapporto, è stato calcolato che la richiesta di flessibilità da parte dei datori di lavoro sarà una delle tendenze con il più alto impatto sui rapporti di lavoro (con un punteggio di 4,7 su 5). I nuovi tipi di relazioni tra i dipendenti e le imprese (4.68) nonché i nuovi formati per l'occupazione e le collaborazioni (4.57) ridefiniranno i rapporti tra i dipendenti e i loro datori di lavoro. 

Questo lavoro si basa su altri rapporti specializzati che abbiamo prodotto, come il futuro della mobilità e le chiavi di un business venture di successo in Spagna. La nostra idea è quella di continuare a contribuire, attraverso la produzione di questi report, ad una maggiore comprensione del nuovo ambiente digitale e del suo impatto su diversi aspetti della società, come l'economia.