NotiziaInnovatori Under 35 nel mondo

Innovatori Under 35 nel mondo

Per cambiare il mondo. Ci sono molti, milioni, che intendono farlo. E molte volte queste persone non hanno la visibilità per consentire loro di andare avanti nella loro impresa. Per questo ci sono i premi innovativi di Innovative Entrepreneurs under 35 assegnati dal MIT Technology Review, il Journal of Massachusetts Institute of Technology (MIT), che dal 1999 premiano i giovani più innovativi nelle aree che sfidano la società.

Innovatori per cambiare il mondo

Per cambiare il mondo. Ci sono molti, milioni, che intendono farlo. E molte volte queste persone non hanno la visibilità per consentire loro di andare avanti nella loro impresa.

Per questo ci sono i premi innovativi di Innovative Entrepreneurs under 35 assegnati dal MIT Technology Review, il Journal of Massachusetts Institute of Technology (MIT), che dal 1999 premiano i giovani più innovativi nelle aree che sfidano la società.

Ciò che accomuna i vincitori, siano essi ricercatori, innovatori o imprenditori, è che tracciano un percorso verso progetti volti a migliorare o trasformare la vita con la tecnologia.

Dal 2011, MIT Technology Review si affida ad Opinno per il reclutamento e l'organizzazione del concorso e della cerimonia di premiazione. Inoltre, il 2017 è stato il primo anno in cui MIT Technology Review ha cercato talenti in tutta Europa, espandendosi oltre gli anni precedenti in cui si sono riconosciuti per paese (Belgio, Spagna, Francia, Polonia, Germania e Italia).

Tra i 35 vincitori del 2017 ci sono progetti rivoluzionari come il progetto di Enass Abo-Hamed - un sistema di accumulo di energia rinnovabile che garantisce la disponibilità di energia elettrica nelle infrastrutture critiche, come gli ospedali nelle regioni svantaggiate - e il progetto di Thibault Duchemin - l'unico membro in ascolto di una famiglia di udenti che ha creato un'applicazione per migliorare la comunicazione delle persone sorde.

In questa edizione del concorso abbiamo introdotto per la prima volta cinque categorie: inventori, imprenditori, visionari, pionieri e umanitari, con una menzione speciale per ogni categoria. I vincitori del premio più alto sono stati Victor Dillard (imprenditore dell'anno per lo sviluppo di uno strumento per l'editing del DNA umano basato sull'intelligenza artificiale, che mira a contrastare lo sviluppo di malattie di origine genetica), Solvegia Pakstaite (inventore dell'anno per creando una tecnica che permette ai non vedenti di sapere quando un alimento scade), Julien de Wit (pioniere dell'anno per lo sviluppo di tecniche per ottenere informazioni sui pianeti al di fuori del nostro sistema solare), e il già citato Thibault Duchemin (umanitario dell'anno) e Enass Abo-Hamed (visionario dell'anno).

Una comunità che cresce

Gli oltre 2.000 candidati intercettati da Opinno sono stati quindi giudicati da un comitato globale di oltre 100 giudici esterni provenienti da più di 20 paesi in tutto il mondo, che hanno giudicato i candidati in base al loro livello di interruzione della tecnologia, al loro modello di business, alla loro maturità e al loro profilo del candidato. Dopo la selezione del comitato, MIT Technology Review ha selezionato i 10 finalisti per paese.

I candidati sono stati poi, a loro volta, inseriti nella comunità degli innovatori, ampliando così la nostra rete di giudici ed esperti.

I vincitori sono stati successivamente premiati alla cerimonia di premiazione a Parigi, il 14 settembre, con l'aiuto di BNP Paribas e L'atelier BNP Paribas.