IntuizioniTecnopolitica: soluzione o minaccia per le nostre democrazie?

Tecnopolitica: soluzione o minaccia per le nostre democrazie?

Politica e tecnologia tessono un rapporto sempre più complesso. In soli 10 anni Internet, le reti e l'informatica hanno cessato di essere strumenti per rafforzare la democrazia e la partecipazione e sono diventati armi che mirano a indebolirli.

Siamo spaventati da come queste stesse tecnologie ora facilitino la polarizzazione, il razzismo, la xenofobia e riescano persino a influenzare le elezioni in diversi paesi.

Ma per capire cosa è successo bisogna guardare ben oltre la tecnologia. Le tecnologie sono le stesse, cosa cambia sono gli usi che se ne fanno. 

Le fake news, il microtargeting e i deepfake sono già diventati strumenti quotidiani sempre più performanti. Ma sono in arrivo sempre nuove tecniche neuropolitiche che, attraverso il riconoscimento facciale, possono scoprire il sentiment degli elettori osservando le loro risposte spontanee. O la nuova generazione di bot che, sfruttando i progressi dell'intelligenza artificiale e dell'elaborazione del linguaggio naturale, potrebbero diventare armi di manipolazione politica, tenendo conversazioni fluide con persone su larga scala e con propaganda guidata.

Siamo di fronte a una nuova corsa agli armamenti per la nostra democrazia?

In questo intervento, una breve rassegna della portata e dei pericoli delle tecnologie in un contesto in cui i social network e il modo in cui dobbiamo informarci diventano spazio fertile per la creazione e la moltiplicazione di notizie false, aggravando la polarizzazione e dando origine a estremismi che esacerbano intolleranza politica, religiosa, sessuale e razziale.